Celebrazione del matrimonio valido agli effetti civili  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE:  

I cittadini possono scegliere di contrarre matrimonio, che sia valido agli effetti civili (quindi riconosciuto dallo Stato italiano), con una delle seguenti modalità.
 
a) Il Matrimonio civile è celebrato nella Casa comunale davanti ad un ufficiale dello stato civile ed è regolato, in Italia, dal codice civile, che ne determina i requisiti, le condizioni e le formalità.
Al momento della celebrazione del matrimonio gli sposi devono dichiarare il regime patrimoniale scelto (comunione o separazione dei beni). 
La scelta del regime patrimoniale può successivamente essere cambiata con dichiarazione di fronte ad un notaio, trascritta ed annotata sull’atto di matrimonio a cura dell’Ufficio.
La data del matrimonio civile è concordata con l’ufficiale dello stato civile all’atto della richiesta di pubblicazioni.
La celebrazione è eseguita, per legge, nella casa comunale o in alternativa presso una pertinenza della stessa, a quello scopo individuata o, ancora, in un “ufficio dello stato civile” distaccato (di proprietà Comunale).
Con questo s’intende che il luogo della celebrazione non può essere celebrato ovunque, men che meno presso locali di privati (soprattutto se adibiti a scopi commerciali). 
Il Comune si è dotato di un Regolamento e di un tariffario per i matrimoni civili (vedesi allegati).
 
b) Il Matrimonio concordatario (cattolico con effetti civili) è celebrato in Italia davanti ad un sacerdote e, in presenza di determinati requisiti produce oltre agli effetti canonici (regolati dalla Chiesa) anche quelli civili. 
Esso è valido agli effetti civili dopo la trascrizione dell’atto (trasmesso dal parroco) nei registri di Stato Civile del Comune ove avviene la celebrazione.
Per qualsiasi informazione occorre rivolgersi alla Parrocchia d’appartenenza e all’Ufficio di Stato Civile.
 
c) Il Matrimonio di fronte ad un ministro di culto, fra quelli ammessi dallo Stato Italiano, prevede il nulla osta o l’autorizzazione da parte dell’Ufficiale dello Stato Civile.
È valido agli effetti civili dopo la trascrizione nei registri di Stato Civile.

DOVE RIVOLGERSI:  

UFFICIO STATO CIVILE

Sede distaccata, Viale Rimembranze,15

COSA OCCORRE FARE PER:  

Ogni matrimonio valido agli effetti civili deve necessariamente essere preceduto dalle pubblicazioni e celebrato entro 180 gg. dalla data del rilascio del certificato di eseguite pubblicazioni.

In particolare, in caso di matrimonio civile (celebrato di fronte al Sindaco o un altro ufficiale), almeno 8 giorni prima della data fissata, i nubendi dovranno:

-  consegnare il giustificativo dell´avvenuto pagamento della sala

-  comunicare i dati anagrafici dei due testimoni maggiorenni (anche parenti degli sposi) consegnando una copia della loro carta di identità

- indicare il regime patrimoniale per il quale intendono optare (comunione o separazione dei beni).

Nel caso in cui i nubendi non siano residenti in Cogliate devono presentare l´atto di delegazione alla celebrazione rilasciato dall´Ufficiale di Stato Civile del Comune dove sono avvenute le pubblicazioni di matrimonio.

QUANDO:  

Vedere regolamento in allegato

TEMPI:  

Vedere regolamento in allegato

COSTI:  

Vedere tariffario in allegato.

NORMATIVA:  

Art. da 63 a 70 del D.P.R. 396/2000 e succ. modifiche e integrazioni

RESPONSABILE:  

Daniele Barbagallo

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile

  • Segnalazione Guasti
  • Carta di identità elettronica (CIE)
  • Posta Elettronica Certificata (PEC)
  • Amministrazione Trasparente
  • Albo Pretorio
  • PagoPA
  • Nido d´Infanzia comunale: